La cedolare secca per i locali commerciali

Pubblicata il: 02 Gennaio 2019

Tra le novità della legge di bilancio 2019 (145/2018) troviamo, al comma 59, l’introduzione della “CEDOLARE SECCA” per i locali commerciali. Una manovra fortemente attesa dall’ A.S.P.P.I. di Cagliari in quanto farà riprendere fiato ai proprietari immobiliari. Vediamo insieme in cosa consiste e quali saranno le limitazioni.

Il comma 59 della legge di bilancio 2019 prevede che i canoni di locazione relativi ai contratti stipulati a partire dal 1 gennaio 2019, aventi ad oggetto unità immobiliari commerciali (classificate nella categoria catastale C/1), possono, in alternativa rispetto al regime ordinario IRPEF, essere assoggettati al regime della “cedolare secca“, con l’aliquota del 21%.

Attenzione però alle limitazioni. Tale regime non è applicabile nei seguenti casi:

  • qualora alla data del 15 ottobre 2018 risulti in corso un contratto non scaduto, tra i medesimi soggetti e per lo stesso immobile, interrotto anticipatamente rispetto alla scadenza naturale;
  • per immobili di superficie oltre 600 metri quadrati, escluse le pertinenze, e le relative pertinenze locate congiuntamente.
Condividi sui social